Postato in data 16 dicembre 2021 Da In Società

VITO POLIZZI RICONFERMATO ALLA GUIDA DELLA FNP CISL RAGUSA SIRACUSA

L’elezione oggi al termine del terzo congresso territoriale dei Pensionati Cisl tenuto al Borgo Don Chisciotte di Modica

 

Vito Polizzi riconfermato alla guida della FNP Cisl Ragusa Siracusa. L’elezione oggi al termine del terzo congresso territoriale dei Pensionati Cisl tenuto al Borgo Don Chisciotte di Modica. Al termine dei lavori, tenuti alla presenza del segretario nazionale Mimmo Di Matteo, del segretario generale regionale Alfio Giulio e del segretario generale della UST Vera Carasi, l’elezione di Paola Di Natale e Carmelo Veneziano quali componenti della segreteria territoriale.

È giunto il tempo di riscoprire un nuovo umanesimo sindacale, riconoscendo la fragilità di ciascuno e investendo nel lavorare assieme e nell’inclusione – ha voluto sottolineare Vito Polizzi nella sua relazione – L’inclusione è molto più che accettare o integrare, indica lo stato di appartenenza a qualcosa, sentendosi accolti e avvolti. Raggiungere anche quelle persone che non cercano, eliminando ogni forma di barriera. Serve un cambio di paradigma, uscendo dalle comode stanze.”

 Una relazione che ha naturalmente tracciato le criticità maggiori vissute sul territorio e che, troppe volte, sono state alimentate dal silenzio degli enti locali. “A livello locale Ragusa e Siracusa – ha ricordato Polizzi – abbiamo vissuto, insieme a SPI e UIL pensionati, le fasi della pandemia in un impegno costante di denuncia verso gli enti locali, la Prefettura e l’ASP delle emergenze che, man mano che aumentava il contagio anche nei nostri territori, emergevano.
 Abbiamo dovuto sollecitare i Comuni e i Distretti socio Sanitari per mettere in campo una gestione dei Fondi mirata al contrasto delle emergenze, che il periodo di chiusura totale ha fatto emergere in forma dirompente. 
Ad esempio – ha continuato il segretario generale della Fnp territoriale – la gestione del Fondo Povertà e dei Fondi messi a disposizione dall’emergenza Covid 19 per venire incontro ai nuovi poveri creati dai licenziamenti che hanno colpito i lavoratori privi di ammortizzatori sociali.
 Grande difficolta è stata determinata dall’interruzione dell’assistenza domiciliare e dell’assistenza domiciliare integrata, per scelta dei parenti degli anziani, che temevano il contagio. Un grossissimo problema, che ha interessato anche i nostri territori, è stato il contagio nelle Case di Riposo e nelle Rsa. Dopo diversi appelli di denuncia attraverso tutti mezzi di comunicazione – ha concluso Polizzi – alla fine siamo stati contattati dall’Asp a cui abbiamo dovuto fornire noi il censimento delle case di riposo perché non solo non li avevano controllati, ma di molti non sapevano neppure l’esistenza.”
REDAZIONE
( FONTE-  Siracusa News  del 1-  dic- 2021)

Relativo a