Diritti <- Categoria

Nello spazio “In evidenza” del sito istituzionale del Comune sono state pubblicate e sono scaricabili le graduatorie definitive per l’ammissione dei bambini agli asili nido comunali per l’anno scolastico 2020/2021. Per il rispetto della normativa sulla privacy, le graduatorie sono state formulate con il nome del genitore/richiedente, riportando accanto le iniziali del minore ed il punteggio attribuito-   la Redazione scarica PDFLeggi tutto
“ E’ stato pubblicato sulla home del sito istituzionale del comune di Comiso, il nuovo avviso che consente agli esercizi commerciali di accreditarsi per l’accettazione dei buoni spesa che vengono distribuiti alle famiglie che hanno presentato istanza – spiega l’assessore Alfano-. La procedura da seguire è la stessa già posta in essere la prima volta, ed è finalizzata a dare la possibilità a tutti i commercianti di Comiso appartenenti alle categorie designate nell’avviso di partecipare. Questa misura inoltre – continua Alfano – offre una più vasta facoltà di scelta alleLeggi tutto
cognome madre

Postato in data novembre 13, 2016Da LopinioneIn Diritti

COGNOME MATERNO AI FIGLI: LA CONSULTA DICE DI SI’

Ci pensa la Consulta a garantire i diritti delle donne e delle madri: con una sentenza destinata a passare alla storia.Per la prima volta si stabilisce che i figli non dovranno più avere obbligatoriamente il cognome del padre. Con la volontà condivisa di entrambi i genitori, sarà possibile dare al figlio anche il cognome della madre, mandando in soffitta il retaggio culturale che proibiva alle donne di veder riconoscere un diritto già ampiamente diffuso nel resto del mondo. Ad ora pare che in caso di mancato accordo verrà comunque mantenuto ilLeggi tutto
cibo supermarket

Postato in data settembre 16, 2016Da LopinioneIn Diritti

LOTTA ALLO SPRECO ALIMENTARE: UN PRIMO PASSO AVANTI

Il 14 settembre è entrata finalmente in vigore la legge contro gli sprechi alimentari, un’eredità di Expo Milano 2015 che proprio del rispetto del cibo si occupava. È una legge molto moderna: l’Italia rappresenta infatti il secondo Paese europeo ad aver approvato una normativa del genere. Prima di noi solo la Francia, anche se lì il carattere della legge è prevalentemente incentrato sulle sanzioni. Da noi, piuttosto, si è deciso di abbattere l’enorme burocrazia che incatenava perfino questo settore. Chi possiede attività commerciali nel settore dell’alimentare potrà infatti donare quantoLeggi tutto
rimborsi sisma 90
Nella risposta del 10/9/2015 del Sottosegretario all’Economia e Finanze Paola De Micheli alla interrogazione parlamentare relativa ai rimborsi per il Sisma 90 previsti dal comma 665 della Legge di Stabilità 2015, il Governo ha affermato la “non rimborsabilità delle ritenute  in favore dei lavoratori dipendenti” dei tributi versati. La posizione del Governo che emerge dalla risposta all’interrogazione cancella gli obiettivi che la norma si proponeva: sanare le illegittime disparità che si erano determinate tra i cittadini che avevano versato per intero i tributi dovuti e quelli che avevano fruito dellaLeggi tutto
postino
La cartella esattoriale è un “titolo esecutivo” che, al pari di una cambiale impagata o di una sentenza divenuta definitiva, dà la possibilità all’agente della riscossione, in caso di mancato pagamento, di agire e di rifarsi sui beni del debitore con provvedimenti come il fermo amministrativo, l’ipoteca della casa o addirittura il pignoramento della stessa con successiva vendita coatta. Pertanto, ricevere una cartella esattoriale non è mai cosa da niente, per il predetto valore giuridico e coattivo della stessa. È quindi nostro diritto (e dovere) capire questo documento, verificare cosaLeggi tutto
bollette elettriche

Postato in data gennaio 2, 2016Da LopinioneIn Diritti, Soldi

BOLLETTE ESAGERATE

Numerosi gli utenti che si vedono recapitare fatture di gas e luce a dir poco esorbitanti, per conguagli risalenti a molti anni addietro e per importi risultanti essere abnormi ictu oculi per qualunque utente. Molto spesso, l’effettiva causa di un presunto anomalo volume di consumo non è da addebitare all’utilizzo dell’utenza in maniera spropositata, bensì all’inefficienza del fornitore o del distributore, che, per anni,  ha omesso di effettuare le letture periodiche del contatore, oppure non ha emesso fatture periodiche per presunti problemi tecnici, con la conseguente impossibilità per l’utente diLeggi tutto