Postato in data 3 agosto 2019 Da In Ambiente

CONTROLLO DEL TERRITORIO SUL PIANO AMBIENTALE ALLO SBANDO. DENUNCIA DEL CONSIGLIERE GIANNI IURATO

DA QUANDO LE PROVINCE REGIONALI SONO STATE CONGELATE, IL CONSIGLIERE COMUNALE DI RAGUSA PROSSIMA GIANNI IURATO: “E’ UN VERO E PROPRIO SCEMPIO IN MOLTE AREE DELLA NOSTRA ZONA”

“Da quando le Province regionali sono state praticamente congelate, il controllo del territorio è praticamente allo sbando. Accade, purtroppo, anche nell’area iblea”. A denunciarlo il consigliere comunale di Ragusa Prossima, Gianni Iurato.

“Il controllo sistematico del territorio da parte della polizia provinciale, sempre molto attiva e attenta – spiega quest’ultimo – risultava essere parecchio prezioso. E serviva a prevenire il malcostume dell’abbandono incontrollato dei rifiuti. Oggi, purtroppo, dobbiamo fare i conti con gli scempi ambientali che caratterizzano splendide realtà naturalistiche tutto attorno alla strada provinciale Santa Croce Camerina-Scicli in contrada Grassullo o alla strada provinciale Santa Croce Camerina-contrada Salina. Non ci si potrà mai abituare a vedere questi luoghi meravigliosi violentati così. Stiamo parlando di veri e propri terroristi ambientali che attentano alla salute dei beni naturali e che compiono gravi atti contro la salute pubblica. Neanche la presenza delle telecamere di videosorveglianza, attivate dall’ex Provincia regionale, sembra fermarli”.

“Insomma – continua Iurato – una situazione di degrado a cui l’area iblea non era abituata e con cui, comunque, adesso è necessario fare i conti con l’auspicio che si possa contenere il più possibile quello che definisco un vero e proprio scempio. Sono necessari controlli pressanti e pene severe per gli autori di questi veri e propri atti di terrorismo ambientale”.

La Redazione

Etichette: ,

Relativo a