Postato in data 11 novembre 2020 Da In Politica

CONTE: “PRESTO IN PARLAMENTO IL PIANO SUL VACCINO”

Il presidente del Consiglio in un’intervista a ‘La Stampa’ assicura che è intenzione del governo evitare un nuovo lockdown e agli italiani chiede “un ulteriore sforzo”. Nella maggioranza “c’è tutta l’intenzione di andare avanti insieme fino alla fine della legislatura”

Il governo sta lavorando “per evitare la chiusura dell’intero territorio nazionale. Monitoriamo costantemente l’andamento del contagio, la reattività e la capacità di risposta del nostro sistema sanitario, e soprattutto confidiamo di vedere a breve gli effetti delle misure restrittive già adottate.

È una situazione in evoluzione che valutiamo con la massima attenzione». In un’intervista a La Stampa il presidente del Consiglio ribadisce che tra gli obiettivi c’è anche quello di vedere “un Natale dove non si mortifichino né i consumi né gli affetti, ma non possiamo immaginare feste e pranzi affollati».

Agli italiani Giuseppe Conte chiede “un ulteriore sforzo” nella lotta al Covid: “La situazione, in tutta Europa, è critica. Ognuno deve fare il suo. Ne usciamo solo con un impegno collettivo: lo Stato siamo tutti noi», sottolinea e annuncia che “presto” sarà presentato in Parlamento il piano nazionale preparato dal ministro della Salute, Roberto Speranza, “per garantire la sicurezza e la distribuzione del vaccino“. Saranno così pubblici, rimarca, “i criteri e le priorità con cui procederemo alla distribuzione delle dosi. Parallelamente stiamo completando il piano operativo che ci consentirà di distribuirlo in condizioni di piena efficienza e sicurezza».

Sul fronte economico il premier ricorda che “i contributi dei due decreti ristori non sono affatto esigui” e assicura che l’esecutivo è pronto “a intervenire a favore di tutti coloro che subiranno ulteriori perdite, anche ricorrendo a uno scostamento sul 2021 e a una revisione del tendenziale sul 2020».

Guardando poi alla situazione della sanità calabrese il presidente conferma “la massima attenzione” di Palazzo Chigi. “Ci riserviamo ogni valutazione e soprattutto ogni intervento che valga a rafforzare la squadra commissariale e a potenziare i servizi sanitari calabresi” e “Gino Strada – afferma – può essere un buon nome, in questa prospettiva…».

Conte non esprime dubbi, infine, sulla tenuta del governo. «Pochi giorni fa ci siamo incontrati con i leader delle forze di maggioranza ed è stata confermata la comune volontà di aggiornare l’accordo di programma insieme alla forte determinazione a realizzare le riforme che servono al Paese», dice. «È un periodo storico molto complesso, le difficoltà e le sfide che abbiamo di fronte sono tante. Ma c’è tutta l’intenzione di andare avanti insieme, con fiducia e in maniera coesa. Fino alla fine della legislatura», conclude.

di Redazione (AGI)

 

Relativo a