Postato in data 28 ottobre 2018 Da In Salute Con 25 Visualizzazioni

LA CHIRURGIA GENERALE DI VITTORIA, PRESENTE A ROMA, AL CONGRESSO NAZIONALE CONGIUNTO DELLE SOCIETÀ CHIRURGICHE ITALIANE

“Un buon contributo apportato al Congresso, con un ottimo risultato, che gratifica il lavoro di tutta Il team chirurgica vittoriese».

Importante affermazione per l’UOC di Chirurgia dell’ospedale “R. Guzzardi” di Vittoria al Congresso Nazionale delle Società Scientifiche Chirurgiche svoltosi a Roma nei giorni scorsi.

L’Unità Operativa, diretta dal dr. Maurizio Carnazza, infatti, ha presentato al Congresso due relazioni riguardanti la propria esperienza e la casistica sul trattamento chirurgico laparoscopico delle ulcere perforare in urgenza ed anche una revisione decennale delle appendiciti acute trattate anch’esse in laparoscopia.

Il dott. Salvatore Ragazzi – dirigente medico dell’UOC di Chirurgia del P.O. vittoriese, relatore al congresso, ha sottolineato – «l’alto numero di pazienti sottoposti ad intervento per ulcera duodenale perforata – circa 100 -, è fra il più elevato su tutto il territorio nazionale, ciò dovuto, in particolare, ai pazienti extracomunitari che vivono e lavorano nella fascia trasformata – serra -, effettuando regimi alimentari incongrui e non facendo terapia specifica. Tali pazienti arrivano, in ospedale con complicanza di perforazione gastro-duodenale.

L’intervento, effettuato in laparoscopia, fa sì che ci sia una degenza breve e una rapida ripresa dell’attività

lavorativa.»

Alla relazione, che è stata molto apprezzata, è seguito un interessante dibattito cui hanno preso parte personalità chirurgiche di rilievo nazionale.

L’intervento laparoscopico per appendicite acuta – argomento della seconda relazione – rappresenta oggi il “gold standard” per tale patologia per l’approccio mininvasivo e il miglior gradimento per il paziente.

«L’ampia casistica laparoscopica della chirurgia di Vittoria, sottolinea il dr. Carnazza, – è perfettamente in linea con gli standard nazionali e internazionali. L’intervento è sicuro, con un minimo trauma chirurgico e un minimo dolore post-operatorio e, soprattutto, con ottimo risultato funzionale ed estetico. Contribuisce in tutto ciò l’esperienza dei chirurghi e di tutto il personale di sala operatoria, che permette di effettuare interventi laparoscopici a qualunque ora di giorno e della notte.»

Un buon contributo apportato al Congresso nazionale congiunto, con un ottimo risultato, che gratifica il lavoro di tutta il gruppo chirurgica vittoriese.

 

La Redazione

 

 

</div>

Etichette: ,

Relativo a