Postato in data 21 maggio 2021 Da In Scuola

OBBLIGO DI MASCHERINE CHIRURGICHE PER GLI ESAMI DI TERZA MEDIA E MATURITA’

E’ quanto prevede l’intesa firmata dal ministero dell’Istruzione e i sindacati. Non saranno permesse le mascherine di comunità, come invece era consentito nel 2020. E sono sconsigliate le Ffp2

Intesa tra ministero dell’Istruzione e sindacati sul Protocollo di sicurezza per lo svolgimento degli esami di terza media e di maturità che si svolgeranno in presenza. Le regole sono per lo più invariate rispetto al 2020, con una modifica relativa alle mascherine: sulla base delle indicazioni dell’Istituto superiore di sanità infatti, viene spiegato all’AGI, sarà obbligatorio usare le mascherine chirurgiche e non più quelle di comunità (come era consentito invece l’anno scorso).

Per il resto, il Protocollo prevede le stesse direttive del 2020 come il distanziamento, l’igienizzazione delle mani, l’uso limitato degli accompagnatori nei locali scolastici, l’esame a distanza nel caso lo studente sia in quarantena. Graziamaria Pistorino, segretaria nazionale Flc Cgil, ha spiegato di aver richiesto una modifica per l’autocertificazione, per chiunque abbia accesso negli istituti, per prevedere anche l’opzione del vaccino.

Il sindacato ha chiesto anche che si possano vaccinare i maturandi su tutto il territorio nazionale (mentre ora è di pertinenza delle Regioni) così come già previsto, ad esempio, nel Lazio dove dal 27 maggio sarà possibile prenotare per vaccinare i ragazzi con età maggiore di 16 anni: dal 1 al 3 giugno potranno ricevere, sempre su base volontaria, la somministrazione di Pfizer, raccomandato da Ema e Aifa per quella fascia d’età.

“Il ministro Bianchi – ha detto Pistorino – si è impegnato ad avviare delle interlocuzioni su questo, all’interno del governo, in particolare con il ministro della Salute e con il commissario per l’emergenza Figliuolo”. Per gli esami di terza media e per la maturità, Pistorino ha auspicato: “Naturalmente massima prudenza e massima flessibilità in relazione alle criticità dei singoli territori e anche nell’analisi delle fragilità”.

L’Associazione dei presidi ha sottoscritto il Protocollo di sicurezza che non stabilisce la necessità di fare dei tamponi prima dell’esame in quanto non imposta dal quadro epidemiologico. Antonello Giannelli, il presidente dell’Anp, in diretta con ScuolaZoo, ha confermato che andranno “utilizzate le mascherine chirurgiche, non quelle di comunità. E non vanno bene le Fpp2. Abbiamo firmato un ora fa il Protocollo di sicurezza – ha raccontato – ed è sostanzialmente lo stesso dell’anno scorso. E l’anno scorso in tutti gli esami non si è ammalato nessuno, quest’anno tra l’altro ci sono molti vaccinati quindi sarà ancora più in sicurezza”. Sulla possibilità di vaccinare i maturandi, ha osservato: “Se si potrà fare, avremo garanzie ulteriori”.

E sicurezza a parte, Giannelli ha dato un paio di suggerimenti sul look giusto per l’esame di maturità. “Non bisogna andare vestiti come se si andasse al mare: niente ciabatte o pantaloncini, serve rispetto per la scuola. Quindi un abbigliamento sobrio, la maglietta va bene ma niente pance di fuori. Serve sobrietà”.

Mentre sul modo di affrontare l’esame, ha sostenuto che “bisogna essere se stessi, tranquilli, educati, rispondere con garbo alle domande” e, ha dato una ‘dritta’ agli studenti: “Bisogna fare le pause al momento giusto per poter permettere ai professori di chiederti quella cosa che sai meglio, io facevo così”.

di Redazione

Relativo a