Postato in data 22 maggio 2021 Da In Sport

MARINA DI RAGUSA E’ PRONTO AD AFFRONTARE IL SAN LUCA QUARTA FORZA DEL CAMPIONATO

Il Marina di Ragusa ha dimostrato sempre in questo campionato di esaltarsi contro le “grandi”. Ed il San Luca, quarta forza del campionato è una di queste squadre.

Mancheranno Giuliano, Mauro e Brunetti per squalifica. Altre tre tegole importanti che cadono sul capo del tecnico che dovrà ridisegnare una squadra all’altezza degli avversari. Intanto in settimana la Federazione ha ufficializzato che in serie D sono previste due retrocessioni dirette senza play out.

“Ci siamo preparati bene, nonostante i tre assenti – commenta mister Salvatore Utro. Abbiamo lavorato molto con il resto dello staff per recuperare qualche giocatore che ha avuto risentimenti muscolari.

Sappiamo che dobbiamo andare a San Luca giocando col massimo della concentrazione e con un sacrificio collettivo, anche di chi non gioca per il ‘gruppo’ è una componente fondamentale per tutti. Con lo stesso sacrificio che ho visto domenica scorsa a Paternò. Spero solo che non sia stato un singolo episodio. Dobbiamo avere un atteggiamento positivo perché affronteremo una squadra che ha perso una sola volta in casa e che ha una fisicità non indifferente. Poi è allenata bene da Mister Cozza.”

Il DG Nunzio Calogero affronta l’argomento delle due retrocessioni dirette a fine campionato senza play out, ufficializzate dalla Federazione

“Rispetto a quanto stabilito dal regolamento iniziale non cambia tanto – commenta Calogero. Personalmente penso che dobbiamo accettare questa decisione. Ma sul campo penso che nessuna squadra di serie D merita di retrocedere per come si è sviluppato questo torneo. Credo che dietro la serie D, quindi in Eccellenza, non sia stato corretto far disputare un campionato ai livelli di un torneo parrocchiale, per rispetto di chi invece ha disputato un lungo campionato con partite rinviate, e giocando per due mesi ogni tre giorni.

Per i futuro si cercherà di capire cosa accadrà per le prossime iscrizioni, la giustizia sportiva ed altre variabili.

Abbiamo 4 gare interne e credo ancora nella salvezza. Vedo i ragazzi ancora motivati. Un gruppo vero e non solo di facciata. Sono uomini veri e sono certo che questi ragazzi ci regaleranno tante belle emozioni. Noi ci crediamo.”

DI REDAZIONE

Foto: Nunzio Calogero

Relativo a