Postato in data 21 maggio 2021 Da In Città

NESSUN DISAGIO NÉ RITARDI NELLA CONSEGNA DI PRESIDI AI PAZIENTI STOMIZZATI

L’ASP DI RAGUSA REPLICA AL PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE “VIVERE”

 

L’Asp di Ragusa precisa che la notizia, apparsa sulla stampa, rilasciata dal Presidente dell’associazione “Vivere” di “disservizi e risposte vaghe e insoddisfacenti” verificatesi, di recente, nella somministrazione di presidi ai pazienti stomizzati aderenti all’Associazione, non corrisponde al vero.

 

È accertato che le criticità, per un numero di due, sono state, già a suo tempo, prontamente risolte da parte dell’Asp. Infatti, le forniture di presidi ai pazienti stomizzati, ai pazienti soggetti a cateterismo o affetti da incontinenza urinaria, pari a circa n.1.350 unità, vengono erogate con regolarità presso il proprio domicilio. 

 

L’ASP di Ragusa da sempre ha dimostrato sensibilità per le esigenze rappresentate dall’Associazione Vivere, mettendo sul campo sforzi e risorse necessarie a garantire e tutelare le legittime aspettative alla salute e alla qualità della vita non solo degli associati, ma di tutti i pazienti aventi diritto.

Proprio nel rispetto delle esigenze dei pazienti, ultimamente, ha operato la scelta di procedere alla distribuzione dei presidi in argomento direttamente a domicilio degli assistiti, al fine di migliorare la qualità del servizio e ridurre l’esposizione al rischio contagio da Covid-19 dei soggetti fragili.

DI REDAZIONE

Relativo a