Postato in data 1 ottobre 2022 Da In Città

CARO BOLLETTE E DECRETO- ORDINE CONSULENTI DEL LAVORO DI RAGUSA

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

 

Decreti aiuti Ter. Nuove misure a sostegno delle imprese per contenere gli effetti devastanti dell’aumento del costo del gas e dell’energia elettrica. Il Governo, con questa nuova misura, ha deciso di incrementare l’importo del credito di imposta, potenziando l’agevolazione introdotta nel precedente provvedimento. In tal modo si è ampliata la platea dei beneficiari riducendo (nel caso dell’energia elettrica) il requisito che riguardava la potenza impegnata. Si passa dai kw 16.5 ai kw 4.5. In questo modo, le piccole imprese, potranno beneficiare di un credito di imposta, per i mesi di ottobre e novembre, pari al 30% della differenza di costo sostenuto tra il 2019 – 2022. Anche la percentuale di credito di imposta sui consumi di gas viene elevata dal 30% al 40%. Per entrambi i crediti i mesi da mettere a confronto, per gli anni 2019 e 2022,  sono ottobre e novembre. La variazione del costo per poter beneficiare del credito deve essere pari o superiore al 30%.

In entrambi i casi, i crediti d’imposta, potranno essere utilizzati in compensazione, tramite Modello F24 entro il 31 marzo del prossimo anno. Oltre ai crediti d’imposta (grazie ad un accordo sottoscritto con alcuni istituti bancari) le aziende potranno richiedere un finanziamento, a zero commissioni, per sostenere le spese del caro bollette.

 

 “Se le aziende non riescono più a coprire le spese – spiega la Presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Ragusa, Giusy Saraceno – saranno costrette a chiudere la loro attività con perdita non solo di peculiarità del nostro territorio ma anche di numerosi posti di lavoro. Tale fenomeno ha un impatto negativo e diffuso in provincia di Ragusa. Siamo consapevoli che questa situazione abbia una molteplicità di cause – aggiunge la Presidente dell’Ordine –  e che si determina dentro ad un sistema, come quello della produzione, gestione e distribuzione dell’energia, altamente complesso. L’aumento dei costi legati all’energia ha messo in ginocchio ogni settore. La situazione è  fuori controllo e le  filiere sono a rischio black out. Invitiamo le imprese a fare sistema e a rivolgersi al loro professionista Consulente del Lavoro di fiducia. I colleghi sapranno dare le giuste indicazioni stando al fianco dell’impresa – conclude la Presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro – fornendo gli strumenti utili e intervenendo per limitare i danni sui bilanci delle imprese assistite”.

Giusy Saraceno, Presidente Ordine Consulenti del Lavoro di Ragusa (Foto)

 

Relativo a