2001 Giuseppe Giuffre e Salvatore Adamo

Postato in data 22 gennaio 2017 Da In Ragusani nel Mondo

Ragusani nel Mondo – dal 2001 al 2003

Il PREMIO RAGUSANI NEL MONDO, tra STORIA e ATTUALITA’

Il Premio Ragusani nel Mondo ha segnato da oltre due decenni la storia socio culturale dell’area iblea.

Trattasi di una pubblica manifestazione che richiama nella centralissima Piazza Libertà di Ragusa migliaia di spettatori, oltre ad una immensa platea televisiva,unitamente ad un contorno Istituzionale al massimo livello, con le principali Autorità Civili, Politiche e Militari della Provincia di Ragusa e della Sicilia.

Il premio, giunto alla XXIII Edizione, vuole rendere un pubblico omaggio, in modo semplice e spontaneo, a tutti quegli iblei che, al di là del concetto tecnico e classico di emigrazione, si sono affermati all’estero nel campo delle proprie attività imprenditoriali, professionali ed artistiche, dando lustro alla provincia di origine e contribuendo ad affermare ed esaltare nel mondo le doti di laboriosità, fantasia, intraprendenza, vivacità, inventiva, tipiche della nostra popolazione. Ventitre edizioni del Premio hanno portato nelle case iblee volti e figure di conterranei sconosciuti in provincia, ma con profili di vita assolutamente ricchi di significato e di esempio per tutti ed in particolare per le giovani generazioni..

La presenza di illustri premiati ha conferito all’evento una notorietà che ha varcato gli angusti confini del territorio ibleo, per proiettarsi in un ambito regionale e nazionale come uno di quelli che maggiormente promuovono l’immagine della Provincia di Ragusa.

Inizia da oggi, sul nostro giornale in esclusiva, una rubrica settimanale che ripercorrerà le tappe annuali di questa Kermesse.

 


Dopo aver fatto cenno sulle prime edizioni avventurose e pioneristiche del Premio (anni 1995-2000), adesso diamo uno sguardo retrospettivo sulle edizioni dei primi anni del millennio, segnate da grandi personaggi, che ne hanno segnato pagine indelebili.

Il 2001 è l’anno di Salvatore Adamo, il cantante partito giovanissimo da Comiso al seguito del padre minatore in Belgio e divenuto negli anni 70-80 una star internazionale della musica leggera. A far saltare di gioia e d’emozione una piazza San Giovanni gremita fino all’inverosimile, nonché l’immensa platea televisiva, sono le note e le parole del brano “LA NOTTE“.
A far da cornice al cantautore italo-belga sono Giovanni Siciliano, nato a Vittoria, emigrato in Venezuela e titolare di numerose attività imprenditoriali di successo, Mons. Giorgio Scarso, modicano, missionario per 50 anni in Brasile, e Ross Antoci, figlio di ragusani, manager ed esperto di alta finanza nei templi sacri dei mercati giapponesi. Ross inaugura la sezione “Giovani“, legata ai riconoscimenti attribuiti ai ragusani di seconda generazione.
Peppe Arezzo e la sua Band fanno da degna cornice musicale alla cerimonia.

Salvatore Adamo Giovanni Siciliano
Salvatore Adamo Giovanni Siciliano
2001 Ross Antoci 2001 Giuseppe Giuffre e Salvatore Adamo
Ross Antoci Giuseppe Giuffre e Salvatore Adamo
2001 I premiati 2001 Pubblico
I premiati Il pubblico

 

Il 2002 segna un omaggio alla tragedia delle torri gemelle, con il riconoscimento postumo ad una delle vittime innocenti della barbarie del terrorismo, John Spataro, di padre ragusano, finanziere di successo nonostante la sua giovane età.
Altri premiati della ottava edizione sono Joseph Arezzo, newyorkese e ragusano di seconda generazione, accademico ed esperto di malattie infantili; Giovanni Nani, nato a Pozzallo, accademico e fondatore di una importante università privata a Valencia, in Venezuela, e Osvaldo Josè Cirnigliaro, ragusano di Tucuman in Argentina, impegnato nell’attività politica ed in prima linea contro la corruzione.

2002 Genitori John Spataro 2002 Joseph Arezzo
Genitori di John Spataro Joseph Arezzo
2002 Giovanni Nani 2002 Renzo Cirnigliaro
Giovanni Nani Renzo Cirnigliaro
2002 Premiati e Autorita 2002 Pubblico
I premiati e le Autorità Il pubblico

 

L’edizione del 2003 segna un significativo salto di qualità. Cambia lo spirito originario della manifestazione, da premio all’emigrato di successo ad omaggio al lavoro ibleo nel mondo.
È il caso di Salvatore Catania, originario di Chiaramonte Gulfi, classico self made man, manager di successo, che ha costruito la sua carriera professionale all’interno della stessa azienda, la Europcar, fino a ricoprirne il massimo livello di responsabilità con la nomina ad amministratore delegato dell’intero gruppo.
Serafino Iacono, ragusano, è imprenditore e finanziere di successo in Venezuela, negli Usa, in Canada e da ultimo anche in Italia.
Luigi Amodeo è uno dei belli di Beautiful, ma anche attore di grande versatilità, sia sul piccolo che sul grande schermo.
Teresa Ferro, accademica e glottologa, esperta di lingua e letteratura rumena, segna finalmente l’attribuzione dell’ambito riconoscimento ad una donna, colmando una lacuna che da più parti era stata evidenziata.

2003 Salvatore Catania
Salvatore Catania Serafino Iacono
2003 Luigi Amodeo 2003 Teresa Ferro
Luigi Amodeo Teresa Ferro
2003 - Premiati 2003 Pubblico
I premiati Il pubblico

 

Etichette:

Relativo a