Postato in data 13 maggio 2021 Da In Soldi

CNA RAGUSA E SIRACUSA A CONFRONTO CON IL SOTTOSEGRETARIO PER IL SUD DALILA NESCI

La sottosegretaria per il Sud e per la Coesione territoriale Dalila Nesci ha partecipato a un incontro in videoconferenza promosso dai comuni dell’area iblea delle province di Ragusa e Siracusa e dalle rispettive Cna territoriali, alla presenza dei deputati nazionali Paolo Ficara e Filippo Perconti. Cna Ragusa e Siracusa erano rappresentati rispettivamente dal segretario territoriale Giovanni Brancati e dal vicesegretario territoriale Gianpaolo Miceli.

Sono intervenuti Bartolo Giaquinta sindaco di Giarratana, Alessandro Caiazzo sindaco di Buccheri, Mirella Garro sindaco di Cassaro, Michelangelo Giansiracusa sindaco di Ferla, Rossella La Pira sindaco di Buscemi e Giorgio Chiaramida delegato per il comune di Portopalo di Capo Passero. Al centro del confronto la necessità di accelerare l’iter di erogazione delle risorse previste dal fondo di sostegno alle attività economiche, artigianali e commerciali, per i comuni con popolazione fino a 5mila abitanti.

Un fondo che, per il territorio che comprende anche Monterosso Almo, prevede risorse pari a 666mila euro rispetto alle annualità 2020, 2021 e 2022. Si tratta di importi utili a dare una risposta a quei territori che vivono con sempre maggiore difficoltà la crisi economica connessa all’emergenza sanitaria, somme che dovranno servire a incentivare nuove attività. Nel contempo, è stata posta la necessità di ricomprendere anche i Comuni iblei nella strategia nazionale delle aree interne assieme alla già rivendicata attuazione delle Zone franche montane.

La sottosegretaria Nesci ha parlato di un lasso di tempo molto breve per il trasferimento delle risorse del Fondo per le imprese, non oltre due settimane, aprendo poi a un confronto per una maggiore apertura della strategia di coesione. Gli Iblei confidano parecchio in una soluzione che si prefigge di rilanciare comunità che subiscono da anni una desertificazione socio-economica inarrestabile.

Soddisfazione è stata manifestata dai sindaci e dai rappresentanti della Cna che hanno auspicato una rapida erogazione delle risorse per dare risposte al territorio e una interlocuzione produttiva per mettere le aree interne degli Iblei al centro del rilancio dei territori.

DI REDAZIONE

Relativo a