Postato in data 28 giugno 2020 Da In Società

VITALIZI: VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA!

Vergogna! Vergogna! Vergogna! La vergogna, il pudore, l’onestà anche intellettuale, non albergano nei palazzi della politica, di questa classe politica che nel far della notte e in maniera trasversale, con una commissione di nominati, il senatore Caliendo di F.I., due senatori della lega, due esperti e con la complicità della presidente del senato Elisabetta Casellati, una donna di consolidata obiettività, (posizione sul caso Ruby nipote di Mubarak e innocenza del caimano docet).

I malfattori istituzionali così si sono riappropriati dei vitalizi, un malloppo tanto agognato, alla faccia del popolo italiano, a cui non resta altro che constatare l’ennesimo furto perpetrato dai soliti noti. Un blitz notturno, di nascosto, e nel silenzio più assoluto dei media sempre più asserviti al vecchio potere politico, mentre fuori dal “palazzo” i cittadini vivono momenti di estrema difficoltà, con la disoccupazione che morde il tessuto sociale e con molte aziende che non riescono a far ripartire le proprie attività.

Ora i politici buttano giù la maschera e senza alcuno indugio offrono il loro vero volto, il volto dell’ipocrisia, dell’indifferenza, e del malcostume, politici che al posto di svolgere un servizio sociale hanno coltivato e continuano a coltivare i loro interessi e i loro privilegi, portando avanti una politica meschina e senza progettualità futura.

Un vero schiaffo morale per i cittadini, ma poi come spesso accade, tutto viene anestetizzato sapientemente dai media, e gli stessi cittadini vengono avvolti da una forma di amnesia collettiva e imbrigliati dalle maglie di un rigido sistema di potere.

Dott. Paolo Caruso  (Pneumologo)

Relativo a