Postato in data 13 febbraio 2021 Da In Politica

VENGHINO SIGNORI, VENGHINO!!! di Paolo Caruso

Venghino signori, venghino, si affrettino, la carovana con i suoi nani, le sue fate e i suoi orchi, trainata da Draghi sta per partire. Sembra proprio l’arca di Noè,  cosa si farà e dove arriverà questo non si sa.

La scena tragicomica della politica riprende la sua folle corsa, la sfida è appena cominciata e i partiti dilaniati da mesi di lotte, sospetti e tradimenti, sfiancati come sono ora lasciano a Draghi le armi del potere. Così come scolaretti riottosi si affidano chinando il capo dinanzi l’autorità e il prestigio del Professore.

Dentro la carovana ci sono quasi tutti,  uomini, mezz’uomini, ominicchi, e quaquaraquà, ma anche sognatori fautori di  visioni programmatiche diverse, ma ahimè ormai sempre più incerte e nebulose. Ora, come ammansiti, buttati a terra respirano la polvere ai piedi del “Drago”. Tutta la loro esasperazione viene meno di fronte all’Uomo della provvidenza delle banche, e all’Esponente di primo piano dell’alta finanza massonica internazionale, da Soros, ai Rothschild, alla Goldman Sachs, vicino ad associazioni come Bilderberg e Trilateral.

E le “Stelle”, le cinque stelle si addensano come tanti fuochi fatui a illuminare la carovana con il suo scrigno di promesse diretta verso chissà quali orizzonti sconosciuti.

L’Innominabile conte Ugolino di Rignano, paladino del rinascimento saudita, conosciuto per la sua antropofagia, dopo aver fatto fuori Gianni Letta e recentemente il premier Conte, si presenta sempre più cinico all’appuntamento politico e sempre pronto a sfamare la sua ingordigia di potere.

Certo è che quando la politica non riesce ad operare e affida a terzi i suoi compiti istituzionali rappresenta il male oscuro che tende a lacerare la democrazia. La sfida è aperta, ai posteri l’ardua sentenza!

Dott. Paolo Caruso

Relativo a