Postato in data 19 settembre 2019 Da In News

UN’ESTATE INTENSA E SICURA CON MARE SENZA FRONTIERE L’ASP INCONTRA I PROTAGONISTI DEL PROGETTO

 Oggi, nella sede dell’Azienda Sanitaria, la Direzione ha voluto incontrare e ringraziare tutti i Soggetti protagonisti di “Mare senza frontiere” per il successo straordinario che il progetto ha riportato permettendo a tantissime persone con disabilità, e anche ai loro familiari, di usufruire delle spiagge accessibili e con attrezzature adatte alle loro esigenze.

È stato sottolineato l’importante ruolo svolto dai Primi Cittadini del Libero Consorzio, l’impegno degli operatori che hanno svolto il loro lavoro con un forte coinvolgimento professionale e anche umano.

Durante l’incontro peraltro sono emerse altre idee da realizzare nel periodo invernale in favore dei disabili per una migliore inclusione.

Presente anche il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna, che ha condiviso le parole del Direttore Generale, aggiungendo che è stata l’Azienda ad aver creduto in questo progetto nuovo «Sviluppo economico e progresso sociale – ricordando la citazione di Pier Paolo Pasolini – servono per affermare una società più giusta, altrimenti saremmo dei barbari». Ammatuna ha ricordato che Pozzallo, città sensibile e accogliente, fa parte di una questa provincia è da sempre stata caratterizzata dalla laboriosità della sua gente. Infine, ha invitato l’Asp a pensare, per il prossimo anno, di inserire anche altre attività di intrattenimento.

Un contributo è arrivato dal vice sindaco di Ragusa, dott.ssa Giovanna Licitra. L’Assessore ha ringraziato le Organizzazioni che hanno reso questo esperienza un momento di grande civiltà – «le città devono essere pronte a creare tutte quelle condizioni per superare gli ostacoli.  Con l’obiettivo di realizzare buone prassi legate alla promozione di uno sviluppo civile del territorio. Tante sono le azioni da intraprendere e noi, come comune di Ragusa, siamo pronti a realizzarle.»

Parole di apprezzamento sono state spese anche dall’assessore del comune di Scicli, Ignazio Fiorilla, che ha sottolineato l’importanza del ruolo del Volontariato che ha dimostrato anche in questa nuova esperienza un “tripudio di bellezza”. «Un esperimento che va ripetuto, superando quelle criticità che si sono potute verificare».

Erano presenti oltre ai lavoratori coinvolti anche i rappresentanti della SAMOT Palermo, SAMOT Ragusa; Lions Club, dr.ssa Letizia Gerotti e Salvatore D’Amanti;   il dr. Luciano Carnazza, in rappresentanza del Direttore del Distretto Sanitario di Ragusa; il direttore del Distretto sanitario di Vittoria, dr. Giovanni Di Giacomo; la dr.ssa Sara Lanza, Direttore UOC Medicina Fisica e Riabilitativa Ospedali Riuniti Vittoria – Comiso – Ragusa; il dr. Maurizio Floridia, direttore UOC Medicina Fisica e Riabilitativa Ospedali Modica e Scicli; la presidente del Coordinamento Pro-diritti H, Salvina Cilia; la dr.ssa Giovanna Di Falco, CSR – Ragusa e il dr. Marcello Boncoraglio del Centro Sociale Neuromotulesi,  che hanno testimoniato il gradimento da parte degli utenti e delle loro famiglie di provenienza siciliana ed extra regionale. Presenti anche genitori di bambini che hanno usufruito di Mare senza Frontiere.

Tutti si sono dati appuntamento alla prossima estate senza frontiere auspicando che tale iniziativa possa essere implementata ed esportata in altri territori siciliani.

La Redazione

Foto  sede direzione generale Asp Ragusa

Download PDF scarica PDF

Etichette:

Condividilo !

Relativo a

Articolo correlato