Postato in data 21 ottobre 2020 Da In Spettacoli

UNA DELEGAZIONE DELL’UICI RAGUSA PRONTA A PARTIRE PER GENOVA PER CELEBRARE IL CENTENARIO DELLA NASCITA DELL’UNIONE CIECHI TUTTO ANNULLATO DOPO I PROVVEDIMENTI ASSUNTI DALLA REGIONE LIGURIA

Una delegazione di Ragusa dell’Uici avrebbe dovuto prendere parte, lunedì 26 ottobre, alle celebrazioni nazionali per il centenario della nascita dell’Unione italiana ciechi in programma a Genova. “Nonostante le difficoltà del momento, dovute agli spostamenti – chiarisce il presidente dell’Uici di Ragusa, Salvatore Albani – non volevamo fare venire meno la nostra presenza in occasione di un evento così speciale per la nostra unione.

E così ci eravamo organizzati per essere presenti e partecipare a quello che avrebbe dovuto rappresentare un evento storico. In particolare, dovevamo essere presenti la mattina del lunedì al Starhotels president dove si sarebbe dovuta tenere la cerimonia di annullo del Francobollo serie tematica – “Il senso civico” dedicato all’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti in occasione del centenario della fondazione, in collaborazione con Poste italiane filatelia e ministero delle Infrastrutture e dello sviluppo economico.

Proprio ieri sera, però, è arrivata la comunicazione del presidente nazionale Uici che ci avvisava del fatto che il governatore della regione Liguria ha vietato in modo assoluto qualsiasi manifestazione su tutto il territorio. E, per questo motivo, ogni cerimonia è stata sospesa.

Siamo, naturalmente, molto dispiaciuti perché per tutti noi era importantissimo celebrare questo momento. Avrebbe dovuto rappresentare una fase emozionante e per questo motivo avevamo deciso di non mancare. In ogni caso, non possiamo che prendere atto di queste decisioni e attendere quali saranno le ulteriori comunicazioni che arriveranno dal nazionale. Davvero un peccato perché l’Uici di Ragusa, come sempre, era pronta a fare la propria parte”.

di Redazione

 

 

Relativo a