Postato in data 12 febbraio 2021 Da In Politica

“RECOVERY FUND” PERCHE’ NON A RAGUSA? LA PROPOSTA DEI CONSIGLIERI D’ASTA E CHIAVOLA

Una commissione speciale da istituire in seno al Consiglio comunale di Ragusa. Con la rappresentanza dei vari gruppi consiliari e senza alcun gettone di presenza. Un organismo che, denominato “Recovery fund”, si prefiggerà l’obiettivo di controllare e verificare l’impatto sul territorio dei fondi messi a disposizione dalla Comunità europea per l’emergenza sanitaria ed economica.

E’ la proposta, contenuta in un ordine del giorno trasmesso a palazzo dell’Aquila, avanzata dai consiglieri comunali del Pd Mario D’Asta e Mario Chiavola nel contesto di un percorso a tempo e che dovrà avere minimo una durata biennale.

“Un istituto, quello delle commissioni speciali d’indagine – sottolineano i due consiglieri democratici – previsto, oltre che dal nostro Statuto comunale, all’articolo 23, anche dall’articolo 44 del decreto legislativo 267 del 2000 che prevede, al comma 2, come il Consiglio possa dare vita, al fine di garantire il controllo consiliare, commissioni di indagine sull’attività consiliare.

Riteniamo che, in una fase storica come quella che stiamo vivendo, sia necessario attivare tutti gli strumenti che le norme vigenti ci mettono a disposizione per monitorare il più possibile i provvedimenti volti a garantire il rilancio di un’economia messa letteralmente a tappeto, anche su base locale, dal diffondersi del virus. Le imponenti flessioni del Pil, determinate dalla pandemia, ci impongono la necessità di adottare strategie condivise per potere affrontare al meglio l’emergenza sanitaria ed economica.

La commissione in questione, inoltre, potrà invitare a partecipare ai lavori, senza diritto di voto, esperti esterni affinché si acquisiscano maggiori elementi sugli interventi che sarà necessario attuare. E’ una proposta che è già stata accolta favorevolmente dai Consigli comunali di altre realtà siciliane. E speriamo che anche Ragusa, da questo punto di vista, possa fare la propria parte”.

di Redazione

 

Relativo a