Postato in data 30 giugno 2017 In Ragusani nel Mondo

Ragusani nel Mondo – edizione 2012

Il PREMIO RAGUSANI NEL MONDO, tra STORIA e ATTUALITA’

Il Premio Ragusani nel Mondo ha segnato da oltre due decenni la storia socio culturale dell’area iblea.

Trattasi di una pubblica manifestazione che richiama nella centralissima Piazza Libertà di Ragusa migliaia di spettatori, oltre ad una immensa platea televisiva,unitamente ad un contorno Istituzionale al massimo livello, con le principali Autorità Civili, Politiche e Militari della Provincia di Ragusa e della Sicilia.

Ventitre edizioni del Premio hanno portato nelle case iblee volti e figure di conterranei sconosciuti in provincia, ma con profili di vita assolutamente ricchi di significato e di esempio per tutti ed in particolare per le giovani generazioni..

La presenza di illustri premiati ha conferito all’evento una notorietà che ha varcato gli angusti confini del territorio ibleo, per proiettarsi in un ambito regionale e nazionale come uno di quelli che maggiormente promuovono l’immagine della Provincia di Ragusa.

Continua sul nostro giornale in esclusiva, una rubrica settimanale che ripercorrerà le tappe annuali di questa Kermesse.

 


 

XVIII EDIZIONE DEL PREMIO

La XVIII edizione mantiene il livello organizzativo e di interesse delle precedenti, seppur nel contesto della crisi economica ormai esplosa in pieno.

 

Una edizione che nonostante tutto mostra la sua maturità.

 

Il simbolo anzitutto, un boomerang, nato da una idea semplice e geniale di Emanuele Cavarra, da anni curatore dell’immagine del Premio, volto a esprimere il  desiderio di ogni ibleo di volgere lo sguardo alla terra di origine, dopo aver roteato in alto per il cielo.

 

La scenografia semplice, fatta con materiali poveri e riciclati, realizzata dallo scultore vittoriese Sergio Cimbali .I premiati sono il ragusano Aldo Fronterrè, chirurgo dell’occhio, amatissimo dai suoi tanti pazienti, molti dei quali ragusani, il comisano di Pedalino Giuseppe Cascone, una delle trombe più calde d’Europa, il comisano Giovanni Corallo, compositore di talento che in Venezuela realizza il sogno di dedicare la sua vita alla musica, e Ruben Ricca, modicano di terza generazione, talentuoso regista e attore.

 

Due premi speciali vengono assegnati ai giovanissimi Rachele Amenta e Lorenzo Licitra, artisti in erba, ma già affermatissimi

 

La parte dello spettacolo fa perno sulla consolidata bravura di  Peppe Arezzo e la sua  Band , ma vede anche la presenza del compositore  turco Eser Taskiran, e del tenore triestino Andrea Binetti, del cantautore Andrea Mingardi. Il  momento di comicità è affidato a Enrico Guarneri, insieme al mago Nelson e i suoi pappagalli.

 

La presenza  del Console italiano a Philadelphia Luigi Scotto testimonia del credito che l’Associazione conquista  a livello internazionale.

 

La manifestazione viene ripresa in diretta sul web in streaming, facendo di Ragusa un piccolo ombelico del Mondo, con numerose visite nel sito dalle due Americhe, dall’Australia, da tanti paesi dell’Europa.

 

La serata è condotta  dall’affiatata coppia Anna Vinci e Salvo Falcone.

 

Aldo Fronterrè
  premiazione Aldo Fronterrè
Giuseppe Cascone
G. Cascone e L. Licitra
Giovanni Corallo
R. Amenta e L. Licitra
Enrico Guarneri
I premiati

 

Etichette:

Relativo a