Postato in data 15 settembre 2022 Da In Legalità-2

PROVVEDIMENTI EMESSI DAL QUESTORE DI RAGUSA IN MATERIA DI PREVENZIONE

La Polizia di Stato di Ragusa, nell’ambito dell’attività che rientra nella sfera di competenza del Questore – quale Autorità di Pubblica Sicurezza -, nelle ultime settimane, ha dato esecuzione a diversi provvedimenti rientranti nell’ambito delle misure di prevenzione. Nel dettaglio, sono stati notificati 15 avvisi orali, 3 Fogli di via obbligatorio con divieto di ritorno, 1 ammonimento per atti persecutori, 2 D.A.C.UR.- Daspo Urbano (Divieto di Accesso a specifiche aree urbane). Ancora, a seguito della proposta di aggravamento avanzata dal Questore,  il Tribunale – Sezione Misure di Prevenzione di Catania ha aggravato, per ulteriori anni uno, la misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, già applicata –  ai sensi dell’art. 11.c.2 del Lgs. 159/2011 – nei confronti di un soggetto di Comiso, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale per anni uno, già aggravata per ulteriori anni uno con aggiunta dell’obbligo di soggiorno; l’uomo, dopo l’aggravamento della misura, è stato ripetutamente arrestato per evasione, per reati in materia di stupefacenti, rissa aggravata nonché, di recente, per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Inoltre, nell’ambito delle attività volte a prevenire i reati contro il patrimonio e i reati predatori, sono stati emessi tre provvedimenti di ritorno nei comuni di Ragusa, Modica e Scicli  ai sensi dell’art. 2 del Decreto Legislativo 6 settembre 2011, n. 159 – per anni tre, nei confronti di tre soggetti con condanne e precedenti penali per reati specifici, da ultimo raggiunti da Ordinanza applicativa di misura cautelare in quanto indagati di una serie di furti di autovetture commessi nei comuni di Ragusa, Modica e Scicli.

A seguito di istanza di ammonimento ed alla luce della certosina attività istruttoria posta in essere dal Personale della Divisione Anticrimine è stato emesso un ammonimento per atti persecutori ai sensi dell’art. 8 Legge nr. 38/2009, nei confronti di un soggetto che compiva atti persecutori nei confronti dell’ex partner.

Sono stati notificati due D.A.C.U.R.- Daspo Urbano (Divieto di Accesso a specifiche aree urbane) – art. 13 BIS del Decreto-legge 20.02.2017 convertito in Legge nr. 48 del 18.04.2017, come modificato dal D.L. nr. 130 del 21.10.2020 – nei confronti di due soggetti che, nel mese di giugno, erano stati tratti in arresto, da personale del Commissariato P.S. di Modica, in quanto ritenuti responsabili del reato di rissa aggravata all’esterno di un esercizio pubblico. Con il citato provvedimento D.A.C.U.R.- Daspo Urbano, ai due, veniva fatto divieto di accedere a pubblici esercizi o locali di pubblico trattenimento, ancorché di stazionamento nelle immediate vicinanze degli stessi, ubicati in una specifica area del centro storico del comune di Modica.

DI REDAZIONE

Relativo a