Postato in data 12 febbraio 2021 Da In Spettacoli

L’EX CINEMA MARINO DI RAGUSA RISORGERA’ COME TEATRO

Sul Portale Appalti all’interno del sito istituzionale dell’Ente, è stata pubblicata la procedura negoziata, preceduta da manifestazione di interesse, relativa all’appalto dei lavori di restauro e recupero funzionale a teatro comunale dell’ex Cinema Marino, già Teatro della Concordia di Ragusa. La gara sarà espletata con modalità telematica attraverso il Portale appalti e-procurement. L’importo dei lavori è di € 2.540.374.84. Il termine per la presentazione delle offerte è fissato per le ore 12 del 27 febbraio 2021.

“Tra le numerose opere che prenderanno avvio in questo 2021 – dichiara il sindaco Peppe Cassì – il recupero del Teatro Concordia è indubbiamente tra le più significative e attese. Riqualificare quel luogo, caro alla memoria di molti ragusani perché storia della nostra città, contribuirà innanzitutto a rivitalizzare un’intera area del centro, che nei prossimi mesi beneficerà inoltre dell’apertura del nuovo Centro Commerciale Culturale sito nei locali dell’ex facoltà di Giurisprudenza di via Matteotti, con il quale il Concordia entrerà in relazione creando un unico polo culturale.


L’obiettivo finale, che questi lavori permetteranno di avvicinare in maniera considerevole restituendo alla città uno spazio rigenerato e già utilizzabile per finalità culturali, è quello di dotare finalmente Ragusa del Teatro comunale che le manca e che merita. Questa città ha nel Castello di Donnafugata e nel suo parco, nelle latomie di Cava Gonfalone, nella Vallata Santa Domenica, negli organi delle sue Chiese maggiori e nel proprio patrimonio culturale in generale alcune delle risorse principali per guardare con fiducia al futuro: siamo al lavoro per valorizzarle.”


“Con questo primo stralcio –
spiega l’assessore ai lavori pubblici Gianni Giuffrida –  avvieremo il recupero e al tempo stesso la rigenerazione di una struttura storica, affinché mantenga il suo pregevole aspetto esteriore e sia già parzialmente utilizzabile internamente in attesa del completamento definitivo.


Vogliamo già in questa fase, infatti, consentire l’accesso al foyer, utilizzabile come sala espositiva, e da qui alla platea che, anche se incompleta, mostrerà la propria architettura e potrà fungere da contenitore per particolari eventi. Siamo convinti che vivere il Teatro ancora in costruzione consentirà di scoprire una fase intermedia della nuova vita del Concordia, partecipando coi propri occhi a questo importante intervento di rinascita del Teatro comunale. Naturalmente sarà una fase molto breve, seguita da un veloce e successivo completamento dell’opera.

Nel dettaglio i lavori di questo primo stralcio riguarderanno: tutte le opere strutturali della palazzina degli uffici e del teatro, le opere di rifinitura del piano sotto palco, del piano quota ingresso (foyer, i locali adiacenti utilizzati a guardaroba, biglietteria, androne per salire ai piani superiori), della sala (ad esclusione del solo pavimento), dei bagni, del filtro che dà sul cortile con marmo rosso di Sicilia, la zona ingresso palco.

Nel palco infine sarà montata la struttura della torre scenica con il piano graticcio, lasciando tutte le parti non rifinite. Tutte le coperture saranno impermeabilizzate a pavimentate”.

di Redazione

Relativo a