Postato in data 7 gennaio 2020 Da In Società

L’ASSOCIAZIONE CULTURALE “INSIEME IN CITTÀ” CONSEGNA AL SINDACO PEPPE CASSÌ UNO STUDIO SUL CENTRO STORICO DI RAGUSA

Realizzata una preziosa analisi su via Roma ed il suo continuo e gli isolati che su di essa prospettano, compresi fra via Mario Leggio ad ovest e via Matteotti ad est, attraverso la quale si vuole confermare o confutare, con  dati certi, la veridicità  della  percezione di “assenza di residenti” e “abbandono di negozi” partendo dalla funzione di luogo principe e di passeggio che l’arteria aveva fino a pochi decenni fa.

Questo studio frutto del lavoro dell’Associazione “Insieme in Città” è stato consegnato stamane  al sindaco Peppe Cassì nel corso di un incontro che lo stesso promo cittadino ha avuto con il prof. Giorgio Flaccavento, presidente dell’associazione, la socia architetto Enza Battaglia che ha curato l’aspetto demografico ed urbanistico della relazione, l’architetto conservatore Maria Grazia Tavano che si è occupata della Pianificazione Integrata Strategica dell’area oggetto di studio ed il dott. Emanuele Occhipinti che ha svolto invece un’analisi economica della porzione di territorio che è stata oggetto di studio.

E’ stato lo stesso prof. Flaccavento che nell’ampia analisi realizzata dal gruppo multidisciplinare ha fornito un contributo storico  sulla “Storia di Via Roma e zone adiacenti”, a presentare al Sindaco Cassì il lavoro che è stato donato al Comune.

Lo stesso comprende anche il contributo sociologico su “Le risorse che non vediamo” della dr.ssa Chiara Facello, il contributo psicologico “Perchè la via Roma non è più viva” della psicologa e psicoterapeuta dr.ssa AnnaPaola Giannelli  ed il contributo di Pianificazione Integrata Strategica sopracitato, dell’ architetto conservatore Maria Grazia Tavano.

Il lavoro dell’Associazione “Insieme in città” è stato molto apprezzato dal Sindaco Peppe Cassì. Il primo cittadino ha infatti ringraziato a nome dell’Amministrazione Comunale quanti hanno contribuito alla redazione di questo studio-analisi su una questione – ha affermato –  “che sta molto a cuore dell’Amministrazione comunale che sta lavorando per mettere in atto una serie di misure che contribuiscano alla riqualificazione e rivitalizzazione del Centro Storico di Ragusa Superiore.

In quest’ottica si inserisce, per esempio, il riuso per fini culturali  dell’Opera Pia “F. Schininà” che il Comune intende attuare, sito che rientra tra i diversi suggerimenti indicati nell’analisi  dell’associazione “Insieme in città” e che figurano tra i contenitori  per usi sociali e culturali che vanno utilizzati e valorizzati.
di Redazione

Etichette: ,

Relativo a