Postato in data 27 maggio 2022 Da In Al servizio del cittadino

LA MANCATA RATEIZZAZIONE DEI DEBITI PREGRESSI, DA PARTE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE DI RAGUSA

A passo di lumaca: quando i tempi della burocrazia non coincidono con le esigenze delle imprese. Così la rateizzazione di un debito pregresso all’Agenzia delle Entrate, si trasforma in una “via crucis” senza una data certa.

Le aziende del comparto edile e non solo senza il certificato di regolarità contributiva (DURC) rischiano la penale, il mancato pagamento da parte della committenza e il diniego di accesso ai cantieri. “Siamo dinanzi ad una situazione molto grave per il tessuto produttivo delle nostre imprese – incalza la Presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Ragusa, Dott.ssa Giusy Saraceno – abbiamo chiesto, da subito, un confronto con il Dirigente Generale a Palermo per capire il dà farsi e sbloccare questa situazione di stallo. L’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Ragusa ha attenzionato la problematica e siamo pronti, da domani, ad iniziative di protesta anche eclatanti.

Le imprese, dopo due anni di pandemia e una lenta ripresa, non possono pagare le colpe di altri per una pessima organizzazione dell’Agenzia delle Entrate”. Un DURC negativo o irregolare, per le imprese private comporta la sospensione di accesso al lavoro, con il conseguente diniego di percezione dei SAL, mettendo in ginocchio la stabilità economica dell’Azienda con la paventata ipotesi di fallimento della stessa.

Il pagamento che avviene nel corso di una gara non consente di escludere la violazione del principio di continuità dei requisiti generali e speciali di partecipazione alla stessa. Conclude la Presidente faremo certamente sentire la nostra voce e il grido di allarme posto da migliaia imprese e di tutto l’indotto del territorio Ragusano non resterà silente.

DI REDAZIONE

 

Relativo a