Lettere al Direttore

Postato in data 5 marzo 2017 Da In Lettere al Direttore Con 552 Visualizzazioni

#Ioesigo

Egregio Sig. Sindaco Piccitto,

francamente non so nemmeno se `Egregio` sia appropriato visto il modo in cui la Sua amministrazione tratta le cittadine e cittadini di Marina di Ragusa

via Sampieri, Marina di RagusaGuardi questa foto: rappresenta l`ennesimo rattoppo alla Via Sampieri di Marina di Ragusa; per me rappresenta l`ennesima provocazione, l`ennesimo oltraggio, l`insopportabile, l`irricevibile.

Un altro lavoro fatto con i piedi, un altro intervento eseguito in modo inadeguato, approssimativo, poco professionale, raffazzonato.

Via Sampieri è diventata un patchwork di rammendi, di buche, praticamente impraticabile.

Guardi bene Sig. Sindaco: nessun segnale, nessun cartello di pericolo, nessuna transenna…roba da terzo mondo.

Come cittadina ho il diritto di esigere rispetto e non oltraggi, e ho diritto alle sue scuse, perché Le ricordo che i rappresentanti politici ed amministrativi avrebbero il dovere di  agire nell`interesse della comunità, ma sembra che ve ne dimentichiate.

Pertanto, le farò delle richieste dirette:

#Ioesigo di conoscere la ragione sociale della ditta esecutrice dei lavori;

#ioesigo che questa ditta venga esclusa per l`eternità dall`esecuzione di lavori dal comune di Ragusa;

#ioesigo di conoscere il nome e il cognome del funzionario comunale responsabile dei lavori;

#ioesigo che costui o costei venga sottoposto/a a provvedimento disciplinare per non aver vigilato sulla corretta esecuzione dei lavori nell`interesse della cittadinanza sovrana;

#ioesigo che costui o costei provveda a fare rieseguire i lavori a regola d`arte a proprie spese;

#ioesigo che Lei Egregio Sig. Sindaco lasci le stanze del palazzo e venga a percorrere tutta la Via Sampieri, a piedi, affinché  possa rendersi conto dello stato schifoso in  cui versa e in cui è stata ridotta, in anni e anni, di interventi approssimativi e incompetenti, e che solo dopo averla percorsa possa avere il coraggio di dire a sè stesso di essere orgoglioso della sua attività di Sindaco.

Io pago le tasse Sig. Sindaco. Lei, la sua giunta e il personale amministrativo siete pagati anche con i miei soldi, #ioesigo che facciate bene il vostro lavoro.

Saluti.

Cecilia Tumino

Etichette: ,

Relativo a