Postato in data 28 dicembre 2020 Da In Spettacoli

IL VENDITORE DI SUPERCAZZOLE di Paolo Caruso

In Italia è aperta una campagna denigratoria con accuse pretestuose contro il premier Conte non solo da parte dello schieramento politico avverso ma anche da parte delle lobby e  di esponenti dei partiti della stessa coalizione, un sistema perverso che nel corso dei mesi ha acuito la propria riluttanza ad operare, anche se con prospettive diverse, con l’attuale governo Conte.

Si assiste  così a strumentalizzazioni insensate, comportamenti provocatori da parte dell’Innominabile fiorentino che, in un momento tragico, in piena pandemia, in cui i problemi della salute vengono ad intrecciarsi con quelli economici, in un periodo in cui l’Italia avrebbe bisogno di unità di intenti nella governance del Paese e non di slogan propagandistici e ricattatori, mette in discussione la stessa stabilità della nazione. Le sue azioni politiche divisive fine a se stesse fanno del  Bomba di Rignano un personaggio destabilizzante che per puro narcisismo e interesse personale in preda ad un deleterio cinismo crea attacchi continui ai suoi alleati di governo.

Il cazzaro di Rignano, padre padrone di un micro partito del 2,5%, incarnando il politicamente scorretto con il suo fare esorbitante e le sue falsità , pur di ottenere spazio e visibilità nel vasto palcoscenico dei media riesce ad occupare costantemente le cronache dei giornali e i talk show televisivi. Le sue supercazzole, a cui crede ormai solo lui, ne fanno un personaggio squalificante, risultando inviso anche a una parte dei suoi peones che amaramente rimpiangono il loro trascorso politico nel PD e il passaggio con il novello Caronte di Rignano verso il girone dei dannati.

I punti qualificanti del programma politico Renziano spaziano dallo “Stai sereno” al premier Letta suo compagno di partito, a “se perdo il referendum vado via e lascio la politica”, dal “mai con il M5S e il famoso snocciolamento dei pop corn” alla “formazione del governo giallo rosa con il M5S”, dalla “fuoriuscita dal PD alla creazione di un nuovo soggetto politico” (Italia Viva). Tutto e il contrario di tutto rendono ancora più difficile il percorso della politica renziana, ed è in questi momenti bui che la politica offre il peggio di se, dove i dubbi, l’insoddisfazione, e l’incoerenza creano scoramento  tra la gente e si rafforza  ancor di più il concetto che ” Se lo conosci lo eviti”.

Dott. Paolo Caruso

Relativo a