un covo di vipere

Postato in data 26 febbraio 2017 Da In TV

IL RITORNO DEL COMMISSARIO MONTALBANO

Lunedì 27 febbraio ritorna su Rai Uno il Commissario Montalbano con l’episodio “Un covo di vipere”

 

Lunedì 27 febbraio ritorna su Rai Uno il Commissario più amato di Italia e non solo, con l’episodio “Un covo di vipere”!

Nati dalla penna del siciliano Andrea Camilleri, Montalbano, alias Luca Zingaretti, Mimì Augello, alias Cesare Bocci, Fazio, alias Peppino Mazzotta e Catarella, alias Angelo Russo, saranno i protagonisti dell’episodio, girato a Ragusa Ibla, e come sempre in tutta la provincia iblea.

Alcune scene dell’episodio sono state girate a Ragusa Ibla, il 27 maggio 2016, in Piazza Dottor Solarino, sul punto più alto del borgo, proprio tra il Distretto militare e il Villino Arezzo, un posto magico che permette di godere di una bellezza paesaggistica e architettonica mozzafiato, tipiche dei luoghi.

In questa nuova puntata e in quella che andrà in onda il 6 marzo “Come voleva la prassi”, spiega Alberto Sironi, il regista della fiction, in un’intervista a Silvia Fumarola di La Repubblica.it, verranno raccontate storie estreme di amori tragici. “E’ stato un lavoro di attenzione ai particolari,- dice Sironi – di pudore nello sguardo”. Alla presentazione in Rai c’era una bella rappresentanza della Polizia.

Tra i soliti protagonisti, il 27 febbraio vedremo anche la bella e brava attrice Valentina Lodovini che si dice felice di aver fatto parte, anche se per un solo episodio, di questa famiglia di attori consolidata da ben 18 anni, e che farà un po’ perdere la testa al commissario Montalbano.

Ci sarà anche Sonia Bergamasco, la paziente Livia, eterna fidanzata di Montalbano, che ormai ha rinunciato a pensare ai fiori d’arancio.

E’ chiaro che Montalbano, dopo diciotto anni, rimane il più grande evento della tv italiana, paragonabile quasi al San Remo; a dirlo sono anche i numeri straordinari degli spettatori che rimangono affascinati dai luoghi e dalle storie, apparentemente semplici, ma che raccontano sempre un’umanità universale ma ancorata in un contesto fortemente locale.

Questi due racconti scendono nell’inferno dell’animo umano, raccontano le ombre e preparano gli spettatori al ciclo di repliche fino ai primi di maggio e ai prossimi due nuovi episodio che probabilmente saranno girati la prossima primavera negli stessi luoghi!

Lara Dimartino

Etichette:

Relativo a

Articolo correlato