Postato in data 22 giugno 2020 Da In Politica

IL COMUNE DI RAGUSA PREMIATO PER L’ATTENZIONE RIVOLTA AGLI ULTIMI IN PERIODO DI COVID19

Risultato importante, sul versante Servizi Sociali, in materia di PON INCLUSIONE 2014/2020, ovvero la misura nazionale di contrasto alla povertà rivolta alle famiglie in  difficoltà in cui siano presenti minori, figli disabili o donne con gravidanza accertata, a valere sul Fondo Sociale Europeo (FSE). Il Comune di Ragusa, capofila del Distretto Socio Sanitario 44 e quindi gestore dei progetti e della rendicontazione delle somme ottenute, ha beneficiato di un importo pari a circa €2.200.000, da utilizzare entro il 31/12/2020, data ulteriormente prorogata per la pandemia al 30/06/2021. Si tratta di risorse già in parte utilizzate per progetti di primo piano come i Lavori di Pubblica Utilità, i Tirocini di formazione, il Microcredito e tuttora in fase di utilizzo.

L’Avviso 3/2016 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sottolineava come il Comune che, tramite l’articolata piattaforma ministeriale “Sigma Inclusione”, avesse rendicontato almeno il 50% delle somme spese entro l’inizio del mese di dicembre 2019, avrebbe avuto il diritto, come Distretto Socio Sanitario, di poter accedere alla nuova fase del PON, intesa come avviso 1/2019, e di poter usufruire interamente della somma prevista pari a circa €972.000.  Cosi è stato: nei tempi stabiliti si è rendicontato sino alla soglia del 51%, curando la necessaria e successiva fase istruttoria, caratterizzata da richieste integrative e di riscontro da parte del Ministero, mentre contemporaneamente  si faceva fronte alla crisi socioeconomica scatenata dalla pandemia.

“Ragusa è così il primo Comune primo in Sicilia, ed uno dei primi in Italia – dichiara il sindaco Peppe Cassì – ad aver interamente rispettato tempi e modalità dettate dal Ministero, acquisendo con merito il naturale passaggio alla fase nuova del PON che ci permetterà di continuare a sostenere chi è più in difficoltà. E’ un impegno di cui siamo particolarmente orgogliosi, figlio di un instancabile lavoro di squadra che ha visto come capofila l’assessore Rabito e il consigliere delegato alla Politiche Sociali Luca Rivillito, ma il cui ringraziamento va a tutto l’ambito dei nostri servizi sociali, settore delicato fatto di donne e di uomini che nella difficoltà e alla difficoltà hanno sempre saputo rispondere al meglio, lavorando al PON anche in piena emergenza Covid19.”

“E’ un grande risultato – afferma soddisfatto il delegato del sindaco per le Politiche Sociali Luca Rivillito – che ha aperto le porte verso la certezza di poter usare l’intera somma prevista per nuovi progetti d’inclusione sociale già a partire da settembre 2020. Ritengo doveroso ringraziare pubblicamente il Presidente del Comitato dei Sindaci del Distretto Socio Sanitario 44, Dott. Giovanni Barone, anche in rappresentanza degli organi del Distretto, e la Sig.ra Tiziana Bongiovanni, amministrativa del nostro settore 7 dei Servizi Sociali, che si è interamente occupata del difficile compito di rendicontare le somme spese: è  grazie a lei se oggi otteniamo questo importante traguardo.

Un plauso che va esteso alle assistenti sociali Dott.ssa Daniela Di Martino e Dott.ssa Giovanna Matteliano, preziose risorse finanziate interamente proprio con il PON fino a giugno 2021, con la speranza di poterle ulteriormente prorogare attraverso l’Avviso 1/2019. Con il loro innesto abbiamo velocizzato in maniera fondamentale l’iter di spesa delle somme previste sui vari progetti: ad oggi siamo già arrivati circa ai 2/3 di somme spese, quindi ampiamente dentro rispetto i termini di scadenza.”
di Redazione

Etichette:

Relativo a