Postato in data 13 gennaio 2020 Da In Al servizio del cittadino

I POTERI DELL’AGENTE DELLA RISCOSSIONE E LA DIFESA DEL CONTRIBUENTE. INCONTRO PROMOSSO DALL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMMERCIALISTI RAGUSA

L’agente della riscossione, secondo la legge italiana, è quel soggetto incaricato di effettuare l’attività di riscossione.

I poteri strumentali alla ricerca di beni escutibili per la riscossione coattiva di imposte e tributi erariali si sono ampliati negli anni scorsi. A decorrere dal 1° gennaio 2017, infatti, il nuovo ente pubblico economico – Agenzia delle Entrate – Riscossione SpA – sottoposto alla vigilanza del Ministero dell’economia e delle finanze e che si è occupato della riscossione coattiva al posto di Equitalia, ha avuto accesso alle medesime banche dati e informazioni fino ad allora utilizzate, in forza di specifiche disposizioni di legge, dai funzionari degli Uffici finanziari esclusivamente per l’esercizio del potere di controllo e accertamento. Una materia molto delicata, dunque, quella che sarà posta al centro del primo appuntamento formativo del 2020 promosso dall’Associazione nazionale commercialisti Ragusa.

L’iniziativa è in programma per mercoledì 15 gennaio a partire dalle 9 e andrà avanti sino alle 13. Si terrà nella sala convegni del palazzo del Libero consorzio comunale, in viale del Fante, a Ragusa.

A relazionare Rossella Acierno, dottore commercialista in Roma, esperta de “Il Sole 24 Ore”, che si soffermerà sul tema “I poteri dell’agente della riscossione e la difesa dei contribuenti”. “Una questione molto delicata – sottolinea il presidente di Anc Ragusa, Rosa Anna Paolino – e per questo motivo affidata alla cura di un’esperta che non ha bisogno di presentazioni e che i nostri associati ben conoscono visto che ha già tenuto altri momenti formativi per conto della nostra associazione.

Stiamo iniziando il nuovo anno con un incontro di approfondimento che si annuncia ricco di spunti e di stimoli e che consentirà di chiarire le eventuali zone d’ombra che hanno a che vedere con una materia che per i colleghi e per la nostra attività professionale merita la massima attenzione”.

La Redazione

Etichette: ,

Relativo a