Postato in data 27 novembre 2020 Da In Legalità-2

GUIDO LONGO IL NUOVO COMMISSARIO SANITA’ CALABRESE

È quanto si apprende dalla bozza della delibera che entra stasera in Consiglio dei Ministri 

“Su proposta del Ministro dell’Economia e delle finanze, di concerto con il Ministro della salute, sentito il Ministro per gli affari regionali” il Consiglio dei ministri “delibera di nominare il dott. Guido Longo quale Commissario ad acta per l’attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del Servizio sanitario della Regione Calabria”. È quanto si legge nella bozza della delibera che entra stasera in Consiglio dei Ministri.

Un Consiglio dei ministri convocato in fretta e in furia per nominare, dopo 20 giorni di flop, il commissario ad acta al piano il rientro della Sanità calabrese. Per superare veti incrociati e trovare la quadra con l’affidamento definitivo dell’incarico a Guido Longo, prefetto di Vibo Valentia, ex questore di Palermo, è stato invocato, a più voci, anche l’intervento del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Così, dopo imbarazzanti tentennamenti, rinunce, rinvii, si chiude una partita che ha mostrato tutta la fragilità politica del Governo.

Conte: «Longo è uomo delle istituzioni, a difesa della legalità

«Il nuovo commissario per la sanità calabrese è il prefetto Guido Longo. Un uomo delle istituzioni, che ha già operato in Calabria, sempre a difesa della legalità», ha scritto su Twitter il premier Giuseppe Conte. Longo, dirigente generale di polizia, era stato nominato nel 2017 prefetto di Vibo Valentia, dopo aver lavorato per dieci anni nella questura di Reggio alla squadra mobile.

di Redazione

Relativo a