Postato in data 25 gennaio 2021 Da In Società

“FACCIAMO RIPARTIRE LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE” LO CHIEDE MARIA APRILE PRESIDENTE DELL’UNFI

Lo chiede, a gran voce, il presidente nazionale dell’Unfi (unione nazionale federazione imprese),  Maria Aprile. L’organizzazione vicina al sindacato nazionale Isa (intesa sindacato autonomo) per la stesura dei CCNL, chiama a raccolta le imprese del settore della ristorazione duramente colpite dalla norme ancora più restrittive contenute del decreto della regione Sicilia.

“La salute pubblica è la priorità – spiega Aprile –  ma non riusciamo a comprendere le linee guida adottate per la chiusura, in toto, delle attività di ristorazione e l’apertura solo con servizio d’asporto”. E’ inutile girarci intorno: di fronte al Coronavirus e alla risposta dello Stato e del governo regionale si preannunciano fallimenti, licenziamenti e famiglie sul lastrico.

Va ricordato che non esiste alcuno studio scientifico che dimostri che i ristoranti sono luoghi di contagio. “Queste imprenditori  non sanno più come ripartire –commenta Aprile – e il mondo della politica non ha dato le opportune e necessarie risposte.

Gli imprenditori e i propri collaboratori sono pronti ad una class action per chiedere i danni economici fino ad oggi accumulati da ogni singola impresa. L’appello, adesso, lo rivolgiamo alle imprese della ristorazione: facciamo squadra e uniamo le nostre forze”.

Di Redazione

Relativo a