Postato in data 26 luglio 2019 Da In Storia

ELISA MANDARÀ NELLA GOVERNANCE NAZIONALE DI UNICEF ITALIA

Un anno ieri dalla nomina a Presidente del Comitato Provinciale per l’UNICEF di Ragusa

Il Presidente Provinciale del Comitato UNICEF Ragusa Elisa Mandarà è stata nominata membro della Commissione Governance di UNICEF Italia. Il prestigioso incarico nazionale è stato formalizzato lo scorso aprile, dando seguito alla riunione del Consiglio Direttivo, che, su proposta del Presidente di UNICEF Italia Francesco Samengo, ha nominato i componenti della Commissione Governance, secondo quanto previsto dall’art. 15.3 dello Statuto e dal Regolamento della Commissione Governance.

Eletta all’unanimità a Roma, Elisa Mandarà perviene alla nomina nazionale a meno di un anno dal suo lavoro come Presidente Provinciale, periodo che ha visto il nuovo corso del Comitato UNICEF Ragusa, impegnato in una ricca rosa di iniziative, in rete con le campagne nazionali, volte tutte al miglioramento della condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza nel mondo.

Come da Statuto, la Commissione Governance ha la funzione di supporto al Consiglio Direttivo nel monitorare e promuovere il miglioramento del funzionamento del governo del Comitato Italiano e nell’identificazione delle competenze idonee a una adeguata copertura di tutti i suoi organi, con particolare riferimento alla selezione dei componenti da proporre all’Assemblea. Della nuova Commissione Governance fanno parte il Presidente Nazionale Francesco Samengo, il Direttore Generale Paolo Rozera, i Consiglieri Giuseppina Surace e Anna Miccoli, i Presidenti Mariella Andreatta, Elisa Mandarà, Roberto Saettone, Alessandra Tavella, Orsola Apice e i membri dello staff Patrizia Paternò e Selene Panzella.

Elisa Mandarà comunica che ieri 25 luglio è caduto un anno esatto dalla nomina di Presidente Provinciale, resa effettiva a settembre del 2018: “è stato un anno vitale, in cui la mission UNICEF a sostegno dei bambini è diventata per me, nel mio modesto ambito, una priorità assoluta, sostenuta da un approfondimento nella conoscenza dei settori in cui l’UNICEF quotidianamente opera concretamente per i bambini. Con la collaborazione essenziale di nuovi volontari, amici ed eccellenti professionisti, che in provincia si sono spesi in una moltitudine di iniziative e campagne umanitarie, stiamo cercando di contribuire in ambito provinciale al lavoro straordinario con cui il Comitato Italiano si spende a tutela dei Bambini.

Settori primari sono per noi la scuola e la sfera culturale, campi che devono veicolare, assieme alle urgenti raccolte fondi, la promozione dei diritti di bambini e ragazzi. Quest’anno si celebra il trentennale della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, che richiede un impegno speciale, perché il protagonismo giuridico garantito ai bambini dalla Convenzione possa farsi effettivo e reale”.

Come Membro della Commissione Governance Elisa Mandarà si è insediata a Roma, nella sede nazionale il 13 maggio 2019, ove il Presidente Samengo ha avviato una complessa pianificazione dei lavori, sui quali la Commissione si sta già misurando. Lo scorso giugno la Mandarà ha partecipato all’Assemblea del Comitato Italiano per l’UNICEF ed alla annuale Conferenza Organizzativa: “mi ha sorpreso la candidatura e poi la nomina alla Governance – racconta il Presidente Mandarà – e sono infinitamente grata per questa attestazione di stima al Consiglio Direttivo e soprattutto al Presidente Francesco Samengo, che considero un esempio massimo di dedizione alla mission UNICEF, confermata da un lavoro incredibile, nella collaborazione fitta con le istituzioni, nella divulgazione costruttiva delle problematiche che affliggono milioni di bambini nel mondo. Ho accettato la candidatura e poi la nomina, conscia della delicatezza e della complessità di tale incarico. Ma fa parte dello spirito di noi tutti volontari mettersi a disposizione del lavoro immenso che ogni istante svolge l’UNICEF, in centonovanta paesi del mondo, dunque non mi sono tirata indietro di fronte alla possibilità di dare un sia pur minimo contributo, per ogni bambino”.

 

 

La Redazione

</div>

Etichette:

Relativo a