Postato in data 24 ottobre 2020 Da In News

COVID -19, ECCO L’ORDINANZA DI MUSUMECI, SCATTA IL COPRIFUOCO DALLE 23 ALLE 5 IN SICILIA

E’ pronta l’ordinanza deI presidente della Regione Nello Musumeci che prevede misure di contenimento per evitare il diffondersi del Covid19. Il documento, condiviso con il ministro della Salute, Roberto Speranza, verrà reso noto nelle prossime ore.

Covid19, Musumeci a confronto con Speranza “Linea dura con chiusure parziali”
Fra le misure adottate: la sospensione delle lezioni in presenza nelle scuole superiori dell’Isola con il contestuale avvio della didattica a distanza; il dimezzamento dell’utilizzo dei posti passeggeri nei mezzi trasporti pubblico urbano ed extraurbano, ferroviario e marittimo e il divieto di circolazione con ogni mezzo dalle ore 23 alle 5 del giorno successivo.

I provvedimenti che il governatore si accinge a varare sono frutto del confronto con il Comitato tecnico scientifico siciliano che ha analizzato l’andamento epidemiologico nell’Isola. Va specificato, infatti, che attualmente in Sicilia non si registrano criticità analoghe a quelle di altri territori del Paese, ma – come rilevano gli stessi esperti – è necessaria una azione di contenimento per evitare situazioni d’allarme nelle prossime settimane

Il dettaglio si conoscerà nelle prossime ore ma il documento in pubblicazione è figlio di 48 ore di trattative e incontri conditi da ben due confronti con il Ministro della Salute e altrettanti rinvii.

Covid19, slitta la nuova ordinanza, Musumeci “Non inciderà sulle attività produttive”
“Dovendo incidere su settori rilevanti nella vita quotidiana delle persone – aveva detto ieri sera Musumeci – ritengo importante valutare con estrema attenzione i provvedimenti da inserire nella nuova ordinanza per limitare il diffondersi del contagio in Sicilia.

Ecco perché, dopo una giornata intensa di confronto con gli esperti del Comitato tecnico scientifico e con l’assessore alla Salute, mi sono preso 24 ore di tempo prima di adottare il nuovo provvedimento che conterrà limitazioni in alcuni settori, come gli istituti scolastici e il sistema dei trasporti, ma senza colpire le attività economiche.

Sentirò nuovamente il ministro della Salute per un ulteriore momento di condivisione delle proposte, in uno spirito di leale collaborazione tra Stato e Regione”. Questa mattina il nuovo confronto e l’accordo e adesso si definiscono i dettagli tecnico legali del documento che sarà pubblico da un momento all’altro.

di Redazione

Relativo a