Postato in data 20 marzo 2020 Da In Città

COMUNICATO STAMPA AVIS RAGUSA- EMERGENZA CORONA VIRUS

L’emergenza dovuta al coronavirus di fatto sta creando non
poche difficoltà nella attività avisina, di raccolta del sangue. Le
norme rigorose ma indispensabili, che sono state emanate per i
cittadini con i DPCM e per le Avis tramite il CNS, hanno richiesto
una serie di provvedimenti che abbiamo adottato
tempestivamente e talvolta con provvedimenti che hanno
anticipato le stesse norme, mettendo al sicuro i nostri donatori
ed il nostro personale.
L’adozione di tutti dispositivi di sicurezza ha dato ulteriore fiducia
ai nostri donatori che con grande senso civico hanno risposto al
nostro appello e continuano ad affluire per la donazione, solo su
prenotazione, consentendo un lavoro ordinato e rispettando con
rigore le norme a tutela della salute di tutti.
Nel pomeriggio di domani sabato 21 marzo, provvederemo alla
sanificazione di tutti i locali dell’Avis di Ragusa, compresi garage,
magazzini e locali tecnici, tramite una ditta specializzata ed
autorizzata con l’utilizzo di un prodotto, presidio medico
chirurgico, in grado di eliminare tra l’altro anche il coronavirus, i
test di valutazione dell’efficacia del presidio come battericida,
fungicida, tubercolicida e virucida, sono stati effettuati presso
l’ospedale Luigi Sacco di Milano dall’Università degli Studi di
Milano in conformità alle norme Europee vigenti.
Desidero ringraziare a nome mio, del consiglio direttivo, del
direttore sanitario e di tutto il nostro personale, le Donatrici ed i
Donatori che in questo periodo di grande preoccupazione e di
grande incertezza stanno dando testimonianza di senso civico,
generosità e di rispetto di tutte le norme emanate in queste
ultime settimane, rendendo un dono prezioso e facilitando con il
loro comportamento il nostro lavoro.
Desidero fare un sincero ringraziamento, al dottore Bonomo
persona responsabile, baluardo e garanzia per la sicurezza che ha
saputo intuire e mettere in pratica le disposizioni che
garantiscono la sicurezza dei donatori e del personale Avis nelle
dodici UDR, un ringraziamento va a tutto il nostro personale che
opera nelle dodici sezioni, per la passione la diligenza ed il
sacrificio che quotidianamente mette nello svolgimento del loro
compito.
Sono certo che continuando, ciascuno di noi, nel rispetto rigoroso
delle norme di comportamento, possiamo sconfiggere questo
nemico maledetto, ritrovando il piacere di stare insieme, di uscire
e di stare vicino alle persone che amiamo, sono certo che in
questo modo, tutti insieme ce la faremo.
Ragusa 20 marzo 2020

Dott Paolo Roccuzzo
Presidente Avis Ragusa

Etichette:

Relativo a