Postato in data 5 settembre 2022 Da In Eventi

AVIS PROVINCIALE RAGUSA- RECORD DI DONAZIONI NEL PERIODO ESTIVO. RACCOLTE OLTRE 7000 UNITA’ DI SANGUE

Le unità di sangue che le Avis Comunali della Provincia di Ragusa hanno raccolto nei
mesi di luglio e agosto 2022, sono 7054 (+ 272 rispetto al 2021).
Un risultato eccezionale che segue quello dell’anno scorso quando nello stesso periodo
si era registrato un aumento delle donazioni (in rapporto a quelle del 2020) nonostante il
particolare contesto epidemiologico segnato dalla pandemia da Covid 19.
In questo modo non solo sono stati ampiamente raggiunti ma addirittura superati, oltre
ogni aspettativa, gli obiettivi condivisi e fissati dall’Avis Provinciale insieme alla capofila
Avis Comunale di Ragusa, con il coordinamento del Dott. P. Bonomo, Persona
responsabile delle UdR, alla Direzione del Servizio Trasfusionale, con il pieno
coinvolgimento di tutte le sedi delle Avis comunali.
“Come abbiamo sempre sostenuto – dichiara il Presidente dell’Avis Provinciale di
Ragusa, Dott. Salvatore Poidomani, è evidente che traguardi così significativi non sono
occasionali ma sono frutto di alcuni specifici e particolari fattori ai quali come Associazione
ci ripromettiamo di dedicare ulteriori momenti di studio e approfondimento”.
“La grande disponibilità e lo spirito di solidarietà di tanti cittadini iblei, donatrici e
donatori – continua Poidomani- sono “coltivati”, potremmo dire, attraverso l’impegno
quotidiano dei nostri dirigenti associativi che volontariamente e con grande senso di
dedizione operano nelle Avis Comunali, insieme al personale amministrativo e sanitario
che garantisce ai donatori accoglienza, professionalità, qualità e sicurezza durante l’attività
donazionale. Al personale dell’Avis si aggiungono gli operatori del Servizio Trasfusionale
dell’ASP di Ragusa, diretto dal Dott. F. Bennardello.
A tutti gli attori che contribuiscono a fare del Sistema Integrato Ragusa una realtà di
eccellenza va il nostro più sentito ringraziamento.”
“La soddisfazione per gli ottimi traguardi raggiunti – conclude il presidente Poidomani –
non deve però indurci ad abbassare la guardia. A cominciare dal mese di settembre che
rientra nella lunga estate che prosegue, in particolare, nella provincia iblea, periodo in cui
non diminuisce il fabbisogno di sangue.
L’Avis invita tutti a continuare a donare, dimostrando come sempre grande senso civico,
responsabilità e spirito solidale garantendo un prezioso salvavita alle persone che ne
hanno bisogno.

DI REDAZIONE

Relativo a