Postato in data 11 Settembre 2023 Da In Eventi

ARRIVA ANCHE A COMISO LO “STREET CONTROL SPEED”. RIVELA TUTTE LE INFRAZIONI AL CODICE DELLA STRADA

“ Abbiamo sino ad oggi adottato una strategia finalizzata alla “buona educazione stradale” non senza comunque sanzionare gli indisciplinati. Tant’è, che abbiamo elevato circa 4000 verbali relativi a diverse infrazioni del codice stradale. Purtroppo non basta! La città che vogliamo e che tutti i cittadini osservanti delle regole ci chiedono, non può più tollerare parcheggi selvaggi anche sui marciapiedi, in doppia fila o trasversali rispetto alla segnaletica orizzontale che ben denota gli stalli previsti,  velocità oltre i limiti consentiti nel centro urbano, e file interminabili di auto per colpa di fastidiosi e significativi atteggiamenti di mancanza di rispetto.

Per questi ed altri motivi, abbiamo deciso di coadiuvare l’attività della polizia municipale con lo street control che è tra le strumentazioni elettroniche più moderne messe a disposizione dei comandi di PM. Quindi, in via sperimentale, inizierà ad essere attivo questo strumento che verrà posto sull’auto della PM,  girerà per tutte le strade del centro e delle periferie , rileverà automaticamente qualunque violazione al codice della strada, compresa la mancanza di copertura assicurativa del mezzo e di revisione. Queste le giornate e gli orari :   

15/9 09:00 – 13:00

18/9. 15:00- 19:00

22/9 09:00- 13:00

26/9. 15:00- 19:00

Infine, abbiamo scelto di dare questa comunicazione proprio per puntualizzare che il nostro è uno strumento di prevenzione, prima ancora che di repressione e sanzione. Ovviamente, chi non violerà le regole, non avrà nulla da temere, gli altri invece, soprattutto quelli avvezzi a contravvenire puntualmente a qualunque regola della viabilità, avranno la possibilità di rientrare in quella che è la disciplina e il rispetto. Siamo addivenuti a questa decisione poiché la mole di inosservanze alle regole basilari del codice della strada, in questa città, purtroppo è preoccupante, sebbene i trasgressori siano numericamente meno dei cittadini ligi alle regole”. 

REDAZIONE

Relativo a