Postato in data 16 settembre 2020 Da In News

AIUTI A FONDO PERDUTO PER LE IMPRESE IN CRISI POST LOCKDOWN, DALLA REGIONE 278 MILIONI

A Palazzo Orleans il presidente della Regione Musumeci ha presentato le iniziative attivate dal governo regionale per sostenere le imprese siciliane in periodo di Covid-19 e prossime a partire. A quattro mesi dall’approvazione della Finanziaria sono stati presentati i bandi che serviranno a dare uno scossone all’economia colpita dalla grave crisi sanitaria.

Il governo Musumeci,  trascorsi quattro mesi dal varo della Finanziaria, presenta i primi bandi per 278 milioni per aiutare imprese e famiglie nel pieno della crisi economica causata dal Coronavirus. I bandi sono stati esposti dal presidente della Regione Nello Musumeci e dagli assessori Gaetano Armao, Marco Falcone, Mimmo Turano, Roberto Lagalla e Manlio Messina. Intanto questa mattina è arrivata una dura critica di Sicilindustria e Confindustria alla giunta regionale sulla gestione dei fondi europei.

Avevamo un impegno con i siciliani e lo stiamo rispettando – dice Nello Musumeci – un piano approvato dal Parlamento insieme a maggioranza e opposizione. In questi mesi abbiamo assistito alle polemiche per i ritardi , ma sappiate che non abbiamo perso un giorno di tempo: abbiamo aspettato il 13 di luglio per avere il via libera di Palazzo Chigi sul bilancio e poi lavorato senza sosta”.

In particolare, i bandi presentati questa mattina riguardano contributi a imprese per 125 milioni e per la promozione turistica pari 75 milioni. Fondi per 38 milioni sono destinati alla scuola, 30 milioni a editoria e confidi, 10 milioni per servizi di trasporto. Le imprese che dimostreranno una perdita di almeno il 40% di utili godranno di aiuti a fondo perduto. Tra i provvedimenti per le imprese del turismo l’acquisto di pacchetti turistici con pernottamenti da regalare ai visitatori.

“Crediamo che mettere liquidità nel sistema – ha detto Musumeci – sia l’unico strumento per tornare a respirare, ci aspettano mesi difficili e stiamo programmando altre risorse, noi ci siamo con tutti gli assessorati e con una burocrazia che in questa fase ha mostrato di essere particolarmente attenta”.

Per quanto riguarda gli aiuti agli istituti scolastici e ad enti di formazione, sono a disposizione due bandi che sostegno delle spese di adeguamento alle normative anti Coronavirus. Infine aiuti ai taxi e ai noleggi con conducente, e anche alle carrozze turistiche trainate da cavalli.

di Redazione

Relativo a